Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
LILSI Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali

Area di Germanistica



Comitato scientifico dell'Area di Germanistica
Ingrid Hennemann (Referente)
Sabrina Ballestracci
Lucia Bruschi
Patrizio Collini
Maria Fancelli
Marco Meli
Rita Svandrlik
Vivetta Vivarelli

Segreteria della Sezione
Ingrid Hennemann (Referente)
Arianna Antonielli (Laboratorio edit. OA)
via S. Reparata 93, 50129 Firenze
tel. 055/2756664
email: segreteria@bsfm.unifi.it
web: http://www.collana-filmod.unifi.it/index.html

Presentazione della Sezione
La Sezione di Germanistica intende raccogliere i risultati della ricerca svolta dagli studiosi del settore nellambito dellattività scientifica del Dipartimento; sarà aperta ai contributi di studiosi affermati e di quelli più giovani, allo scopo di fare entrare i risultati ottenuti nella più ampia circolazione culturale e di metterli a disposizione di tutti gli interessati. La sezione comprende lintera area culturale tedescofona e rispecchia diverse metodologie dindagine nel campo degli studi letterari, linguistici e culturali; le pubblicazioni che la compongono sono monografie, miscellanee, traduzioni, edizioni commentate, materiali didattici; lobiettivo è quello di rispon-dere alla nuova domanda di formazione e di conoscenza rivolta agli studi culturali e letterari da parte della società.


Archivio online del comitato scientifico ad accesso riservato


Pubblicazioni
Monografie
- V. Fattorini, Caroline Schlegel-Schelling: «Ero seduta qui a scrivere». Lettere, FUP, Firenze 2012.
- C. Vitale, Das literarische Gesicht im Werk Heinrich von Kleists und Franz Kafkas, FUP, Firenze 2011.
- M. Di Taranto, L'arte del libro in Germania fra Otto e Novecento. Editoria bibliofilica, arti figurative e avanguardia letteraria negli anni della Jahrhundertwende, FUP, Firenze 2011.
- Roberta Carnevale, «In carne e ossa»: il corpo nelle opere di Georg Büchner, Firenze University Press, Firenze 2009.  
- Maria Chiara Mocali, Testo. Dialogo. Traduzione. Per una analisi del tedesco tra codici e varietà, Firenze University Press, Firenze 2009.
- Marco Di Manno, Tra sensi e spirito. La concezione della musica e la rappresentazione del musicista nella letteratura tedesca alle soglie del Romanticismo, Firenze University Press, Firenze 2009. 
- Rita Svandrlik (a cura di), Elfriede Jelinek. Una prosa altra, un altro teatro, Firenze University Press, Firenze 2008. Catalogo della Firenze University Press
- Maria Fancelli, Rita Svandrlik, Paul Geyer (a cura di), Studi Italo-Tedeschi / Deutsch-Italienische Studien (versione italiana; versione tedesca), BSFM - Strumenti 1, Dipartimento di Filologia Moderna - Università degli Studi di Firenze, Firenze 2007.
Monografie in preparazione 

Monografie in preparazione 

- Diana Battisti, Estetica della dissonanza e filosofia del doppio: Carlo Dossi e Jean Paul
Il volume muove dall'analisi della ricezione di Jean Paul in Italia per evidenziare come soprattutto la Scapigliatura ponga in rilievo la figura di questo autore. In considerazione dello sviluppo della vita culturale italiana della seconda metà dell'Ottocento si rileva l'importanza dei modelli tedeschi che accompagnano gli Scapigliati nel rinnovamento delle macro- e microstrutture del testo letterario. Il nucleo della ricerca verte sul rapporto di Carlo Dossi con i testi di Jean Paul: dall'adesione entusiastica delle prime scoperte letterarie al progressivo distacco degli ultimi anni. In quest'indagine le Note azzurre costituiscono una preziosa fonte sulla vita di Dossi, sul rapporto con la società contemporanea e sul legame col maestro Jean Paul, portando ad approfondire in particolare due aspetti:  la concezione filosofico-estetica di umorismo ed il ricorso alla digressione come elemento narrativo inserito per disorientare il lettore piuttosto che per incontrarne il favore. 
The present inquiry examines the influence and importance of Jean Paul on Italian literature in the works of Scapigliatura. The relevance of German models leading the Scapigliati writers into the renovation of textual macro- and micro-structures coincides with the cultural development in Italy during the second half of the 19th century. I propose Carlo Dossi's lecture of Jean Paul as an interpretive key for the philosophic-aesthetic conception of humour, which both authors consistently depict in terms of the reversed sublime, and for the use of digression as a motivated narrative strategy to disorient the reader. In this context, Dossi's Note azzurre is a crucial source of information about his life and his criticisms of contemporary Italian society. It elevates Carlo Dossi's writing into a high satirical mode that serves to qualify his lifelong reading of Jean Paul and connects them.

- Serena Alcione, Wackenroder e Reichardt: rappresentazione della musica nella letteratura tedesca del primo romanticismo
La concezione della musica di Wackenroder risente fortemente del pensiero musicale del compositore prussiano Johann Friedrich Reichardt: maestro di musica dei romantici, amico e mentore di Wackenroder, che introdusse al «regno dei suoni», Reichardt fu autore, oltre che di numerosi saggi sulla musica, dell’unicoMusikerroman del periodo illuminista (Leben des berühmten Tonkünstlers Heinrich Wilhelm Gulden nachher genannt Guglielmo Enrico Fiorino, 1779). La presente monografia indaga, sulla base di un confronto puntuale tra le opere letterarie dei due autori, gli esiti di tale influenza, ripercorrendo il passaggio da una concezione illuminista della musica vincolata alla funzione sociale e umanistica dell’arte all’idea romantica di una musica ‘assoluta’, che determina l’esistenza problematica dell’artista, fornendo spunti per nuove ipotesi interpretative. / Wackenroder’s concept of music was deeply influenced by the musical thought of his friend and mentor Johann Friedrich Reichardt: basing on an accurate comparison between Reichardt’s musical novel Leben des berühmten Tonkünstlers Heinrich Wilhelm Gulden nachher genannt Guglielmo Enrico Fiorino (1779) and Wackenroder’s musical essays contained in the Herzensergießungen eines kunstliebenden Klosterbruders(1796) and in the Phantasien über die Kunst, für Freunde der Kunst (1799), this monograph attempts a reconstruction of this influence, investigating the shift from an Enlightenment concept of music, still bounded to the humanistic and social function of art, to the Romantic idea of ‘absolute’ music, which determines the problematic existance of the artist.

 
 
ultimo aggiornamento: 06-Feb-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina