Salta gli elementi di navigazione
banner
logo ridotto
logo-salomone
LILSI Dipartimento di Lingue, Letterature e Studi Interculturali

Ricerca Open Access



Premesse e principi


Il Laboratorio editoriale open-access e la relativa Collana di Biblioteca di Studi di Filologia Moderna (BSFM) sono il frutto di un ampio quadro di ricerca, formazione, produzione editoriale (assumendo, in questo senso, la funzione di laboratorio e la denominazione di biblioteca) avviata dal Dipartimento di Filologia Moderna (oggi Dip. di Lingue, Letterature e Studi Interculturali), contestualmente alla sua stessa istituzione nel 1999. Nel 2000-2010 la comunità scientifica del Dipartimento ha avviato un processo di auto-formazione alla cultura della comunicazione scientifica digitale aprendosi a studi intersettoriali e intedisciplinari. Si tratta di una ricerca di collegamento tra gli studi letterari e l'informatica che, nel 2005-2010, si è in primis formalizzata e sviluppata in un progetto interdisciplinare e inter-area dedicato alle problematiche teoriche e pratiche della "Progettazione e gestione di contenuti on-line specifici nell'Area di Umanistica straniera: editoria telematica e siti dedicati in italiano e in lingua" (coordinatore Prof. Beatrice Tottossy, assegnista di ricerca 2005-2010, Dott. Arianna Antonielli, PhD). Il programma di ricerca, finalizzato alla progettazione e alla realizzazione di possibili collegamenti tra gli studi delle civiltà letterarie ‘straniere', europee e mondiali, e l'informatica umanistica, si è dedicato specificamente alla creazione, disposizione, gestione, redazione, diffusione e fruizione di nuovi contenuti scientifico- e didattico-letterari sia cartacei che online, consolidandosi come un lavoro teorico-applicato di impianto specificatamente open access. Parallelamente, con un sistematico lavoro dedicato all'integrazione fra ricerca scientifica, formazione e progettazione della produzione letteraria e culturale anzitutto tramite la creazione di un prototipo di Laboratorio editoriale OA, si sono avvicinate le competenze di giovani studiosi e quelle di professori di pluriennale esperienza nell'ambito degli studi letterari e culturali europei, sia sul versante disciplinare, che sul versante dell'informatica-umanistica e dell'editoria. 
Come estensione di questa esperienza di un preciso gruppo di settori scientifico-disciplinari, il Dipartimento ha partecipato al Bando Firb 2010 Futuro in ricerca con un progetto dal titolo Web e logica Open Access: ricerca sull'innovazione editoriale della ricerca scientifica e della didattica delle discipline umanistiche (coordinatore Dott. Arianna Antonielli, PhD). Uno degli obiettivi centrali del progetto è quello di creare una infrastruttura OA integrata dei tre principali campi di attività accademica: ricerca, didattica ed incubatore editoriale per umanistica. Il progetto in questione intende inoltre essere strategicamente allineato con il progetto Verso un'ontologia di identificazione dell'informazione scientifica in rete. Progettazione e realizzazione di un modello e di un processo teorico-applicativo di ricerca e gestione delle risorse informative nell'ambito dell'umanistica straniera, presentato in Ateneo nell'ambito della Partecipazione a programmi comunitari di ricerca e/o di cooperazione (VII Programma Quadro - Idee; LLP - Programma Trasversale).

Lungo questo itinerario decennale, BSFM si è potuta collocare in un ambiente di ricerca di respiro europeo, che la vede oggi collaborare con la casa editrice dell'Università di Firenze, la Firenze University Press (si veda l'articolo Firenze University Press su BSFM, 2009; e BSFM nella Libreria Open Access della FUP e nel progetto europeo Oapen), con il Centro Servizi Informatici dell'Ateneo Fiorentino (CSIAF), e con altre istituzioni europee che hanno adottato il modello open-access, come l'Open Society Institute (OSI), promotore della Budapest Open Access Initiative e con la Biblioteca Nazionale di Budapest (OSZK).

BSFM aderisce all'organizzazione Creative Commons (CC), utilizzando la licenza "Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate 2.5" Italia e adottando nei propri volumi la seguente dizione:

Creative Commons License Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.

Leggi anche l'Editoriale (2006)   
ultimo aggiornamento: 06-Feb-2013
Unifi Home Page

Inizio pagina